<div class='autore'>Francesco Finocchiaro<BR></div>, Modernismo musicale e cinema tedesco nel primo Novecento
Francesco Finocchiaro
Modernismo musicale e cinema tedesco nel primo Novecento
edizione: Lucca, LIM, 2017 (Biblioteca Musicale Lim - Saggi)
pagine: 16 + 213 (illustrazioni a colori)
formato: 17 x 24 - brossura
ISBN: 9788870968743
lingua: Italiano
versione pdf: no


euro 30
 
Il tuo carrello è vuoto

Interrogare i rapporti tra il modernismo musicale e il cinema tedesco significa additare una via di ricerca non ortodossa: non una delle direttrici principali, certo, ma un sentiero finora poco esplorato. In realtà, i rappresentanti del modernismo musicale, da Alban Berg a Paul Hindemith, da Kurt Weill a Hanns Eisler, un rapporto con il cinema lo ebbero, eccome. Fu, sì, un rapporto complesso e contraddittorio, nel quale il cinema figura talora più come riferimento estetico che come realtà fattuale: in ogni caso, ricca di conseguenze fu la recezione in ambito musicale del linguaggio e dell’estetica del medium cinematografico. La scoperta del cinema assume in ciò la pregnanza e la coerenza di un vero e proprio paradigma estetico, che sostiene il progetto modernista nella sua intima essenza. Il confronto con il medium d’avanguardia per eccellenza rappresenta un vettore del modernismo musicale: un nuovo paradigma estetico per quel processo di travisamento volontario, di revisionismo creativo, quando non di deliberata sovversione della tradizione musicale classico-romantica, in cui si realizzò storicamente il “sogno dell’Alterità” della generazione modernista.


 Il tuo carrello è vuoto
Premi sul pulsante
AGGIUNGI AL CARRELLO
per aggiungere prodotti al tuo carrello