<div class='autore'>Olga Visentini<BR></div>, Berlioz e il suo tempo
Olga Visentini
Berlioz e il suo tempo
edizione: Lucca, LIM, 2010 (Musica Ragionata, 19)
pagine: XVI + 1385 (2 tomi)
formato: 17 x 24 - brossura
ISBN: 9788870965933
lingua: Italiano
versione pdf:


euro 80
 
Il tuo carrello è vuoto

La nascita di Hector Berlioz - come egli scrisse con voluta ironia nei Mémoires - non fu proclamata da nessuno «dei segni precursori in uso ai tempi poetici per annunciare la venuta al mondo dei predestinati alla gloria»: a Madame Berlioz non toccò di sognare, come accadde alla madre di Virgilio, di essere sul punto di mettere al mondo un ramo di alloro, né, come credeva Olimpia destinata a partorire Alessandro, di portare in seno un tizzone ardente. La nascita dell´uomo moderno è sprovvista di orpelli. Quel che rimane ai posteri è la scarna prosa dei dati anagrafici, ed essa registra a chiare lettere l´impronta dei tempi suoi: Berlioz nacque il 19 Frimaire An XII de la République (11 dicembre 1803, secondo il sospeso calendario gregoriano) a La Côte-Bonne-Eau, nome di lì a poco destinato a scomparire dalle carte geografiche per fare nuovamente posto all´antico La Côte-Saint André.
Erano quelli i tempi della riconciliazione nazionale, quando la terminologia rivoluzionaria sopravviveva, anche se per poco, alla perdita della libertà, perché ancora serviva a definire la nuova Francia circondata dalla vecchia Europa e vivificata dalla guida di un giovane brillante sovrano, il primo console Napoleone Bonaparte, che si stava giocando il suo potere, destinato di lì a poco a divenire il suo regime, sul campo di battaglia, assicurando ai francesi il mantenimento delle conquiste rivoluzionarie.

Olga Visentini è una studiosa di storia della musica, in particolare francese. Di Hector Berlioz ha curato due differenti edizioni delle Memorie (Edizioni Studio Tesi, 1989; Ricordi-Lim 2004). È autrice di saggi critici su autori francesi e tedeschi dal Settecento al Novecento e collabroa con riviste specializzate.
Insegna al Conservatorio di Palermo. Ha insegnato iconografia musicale e teatrale all´Università di Venezia. Collabora con compositori di musica contemporanea in progetti teatrali.
Attualmente è impegnata in due ricerche nel campo della musica in Francia: sulle donne compositrici e sulla storia delle origini e dell´evoluzione dell´opera dal Rinascimento alla contemporaneità.


 Il tuo carrello è vuoto
Premi sul pulsante
AGGIUNGI AL CARRELLO
per aggiungere prodotti al tuo carrello